I birrifici tedeschi avvertono che quest’estate potrebbe verificarsi una carenza di bottiglie di birra a causa dell’aumento dei costi di produzione e della mancanza di camionisti.

In Germania il costo che i produttori devono pagare per le nuove bottiglie in vetro per la birra è aumentato dell’80% rispetto all’anno scorso. Le cause sono imputabili all’aumento della bolletta energetica, che fa lievitare i costi di produzione, e alla mancanza di camionisti, che mette in crisi gli approvvigionamenti.

Holger Eichele, amministratore delegato della Federazione tedesca dei produttori di birra, ha dichiarato che la situazione è “estremamente tesa”, e che la cosa migliore da fare è restituire le bottiglie di vetro vuote il più rapidamente possibile, e ha consigliato ai consumatori di non “accumularle in cantina”.

Secondo un esperto del settore la carenza di bottiglie di vetro colpirà soprattutto i birrifici di piccole e medie dimensioni, in quanto le aziende più grandi hanno la precedenza nei rifornimenti. Anche il costo della birra potrebbe aumentare di conseguenza fino al 30%, soprattutto a causa dell’aumento dei prezzi dell’energia.

Le lattine, utilizzate in altre parti del mondo anche per la birra, sono molto meno comuni in Germania e molti birrifici utilizzano oltretutto delle bottiglie personalizzate, che risultano difficili da sostituire.

Il Sistema Cauzionale tedesco

Il Sistema di Deposito Cauzionale tedesco include i contenitori di quasi tutte le tipologie di bevande (esclusi i contenitori per latticini) e per quanto riguarda le bottiglie in plastica o vetro ve ne sono di due tipi : monouso o ricaricabili. Per le prime viene applicato un deposito pari a € 0,25 comune a tutti gli altri tipi di imballaggio e tipologia di bevanda. Il deposito per le bottiglie riutilizzabili che copre le bottiglie di vetro per la birra, molto diffuse in Germania, varia invece dai € 0,08 a € 0,25.

Please add widget in Offcanvas section(from widget) to see content.